Boscoreale.Maltempo Caduti Due Pini Secolari

IMG-20181029-WA0003

Il maltempo si è abbattuto a Boscoreale, le forti raffiche di vento a 100 km/l’ora hanno causato la caduta di due pini secolari;Il primo si è abbattuto in via Giovanni De Falco nel quadrilatero delle palazzine,tanto spavento,non risultano feriti; sul posto sono presenti polizia municipale e tecnici pronto intervento per verificare l’eventuale danno ai tralicci della corrente elettrica,i tecnici della ditta incaricata allo sradicamento e rimozione;altro pino è caduto nel rione del piano napoli in via Sette-Termini,per fortuna non ha ostacolato la carreggiata a doppio senso di circolazione da nord a sud,al momento non risultano ne danni ne allagamenti. L’autorità comunali e la protezione civile regionale invitano i cittadini alla prudenza e non uscire di casa,sono previste ancora perturbazioni per l’arco della mezzanotte e la giornata di martedì 30 ottobre.

Annunci

Boscoreale.Rifiuti Caos & Proteste,Ambiente Reale Futuro A Rischio.

Come già quanto ha riportato la redazione erreemmenews.it  Gestione rifiuti nel caos a Boscoreale: i dipendenti di Ambiente Reale vanno in sciopero. Preoccupazione e caos l’interno della municipalizzata “Ambiente Reale”.I dipendenti d’ inizio ottobre hanno proclamato lo stato di agitazione, hanno chiesto di voler ricevere risposte dall’amministrazione comunale e dal consiglio d’ amministrazione e il direttore generale. Il 27 novembre hanno proclamato sciopero,visto che il 15 ottobre il comune ha pubblicato l’avviso di ricerca di un professionista a cui affidare l’incarico di Commissario liquidatore.

In data 2 ottobre il consiglio comunale ha votato i provvedimenti necessari per scongiurare un’emergenza rifiuti,la delibera prevede in presenza un piano industriale per l’esercizio 2018 compromesso e non adeguato,rende difficile garantire il servizio d’igiene urbana,determinata dalla variazione aumento della tariffa TARI,le perdite nel bilancio d’esercizio.E’stato accertato anche carenze di conformità e incompletezza degli obblighi di materia sulla trasparenza quanto previsto  all’art. 2-bis del d.lgs. n. 33/2013 in cui :“Si disciplina la liberta’ di accesso di chiunque ai dati e ai documenti detenuti dalle pubbliche amministrazioni e dagli altri soggetti di cui all’articolo 2-bis (società partecipata pubblica), garantita, nel rispetto dei limiti relativi alla tutela di interessi pubblici e privati giuridicamente rilevanti, tramite l’accesso civico e tramite la pubblicazione di documenti, informazioni e dati concernenti l’organizzazione e l’attivita’ delle pubbliche amministrazioni e le modalita’ per la loro realizzazione.

Ciò la mancata richiesta di adempiere,l’ente è obbligata a vietare l’erogazione delle somme dei crediti dovuti titolo da parte dell’amministrazione interessata. Considerato che in materia si è espressa anche l’ANAC con l’Orientamento n.24 del 23.09.2015 indicando l’omissis nei confronti delle società ed organismi partecipati.

Anche il collegio dei Revisori dei conti,attraverso la nota prot.24780 del 27/09/2018 ha riportato sullo stato di fatto dell’Azienda Speciale “Ambiente Reale” la seguente relazione:

 

  • Dai rilievi effettuati sul bilancio consultivo 2015,è assente la nota informativa relativa alla verifica dei crediti e debiti reciproci sia del ente e della società partecipata municipale.
  • Mancato rispetto dei vincoli normativi relativi ai compensi degli amministratori e dell’organo di controllo anche alla luce dell’art-. 6 comma 6, del D.L 78/2010 (riduzione del 10%).
  • Mancata presentazione,entro il 31.03.2016, alla sezione regionale di controllo della Corte Dei Conti,del piano di razionalizzazione degli organismi partecipati.

Tutto qui.? No assolutamente,l’ente sul bilancio di previsione comunale 2016-2018 riporta che : “Nonostante i continui rilievi,da parte di questo collegio,risulta ancora privo di qualsiasi struttura di controllo e monitoraggio, per cui risulta impossibile effettuare i controlli previsti dalla norma vigente sull’azienda speciale. Dal sito “ ambiente reale”  si evidenzia e si conferma che,nella sezione “Bilanci” manca l’esercizio 2017. Quello relativo l’anno 2016 in nostro possesso,le perdite d’esercizio ammontano intorno 118 mila euro,da questo dato si potrà dedurre la fine di un bene comune pubblico? Vedremo!!!! Vi informeremo !!!!!

Emendamento azienda speciale ambiente reale provvedimenti-ilovepdf-compressed Bilancio Deliberato al 31.12-2016

 

Boscoreale.Commercianti Via Tenente A Cirillo “Vogliamo Sicurezza;L’Incrocio E’ Diventato Pericoloso”

output_immagine

Ha sollevato preoccupazione ai residenti e i commercianti via tenente angelo cirillo (detta via del popolo) dei numerosi incidenti che sono avvenuti nelle ultime settimane. Il noto incrocio che divide Via Garibaldi e Via Tenente Angelo Cirillo,è molto pericoloso per gli automobilisti e pedoni:

In primis per la scarsa visibilità,evidente non basta soltanto il segnale-specchio,la seconda causa è da attribuire anche al mancato rispetto del limite di velocità 50 km/h.Non manca anche la rabbia dell’assenza dei parcheggi,il tanto atteso quello via s.felice,fondi stanziati dal Governo tramite il CIPE per il valore 1 milione di euro,è in completamento degli atti burocratici,per procedere l’avvio del esproprio dei terreni e l’affidamento dei lavori da appaltare.

In attesa,l’associazione ASCAB visto la gravità,ha promosso la raccolta firme chiedendo l’amministrazione guidata dal sindaco Antonio Diplomatico :

PREMESSO CHE

– è noto a tutti coloro che la percorrono, che vi lavorano o vi abitano nei pressi, la  pericolosità dell’incrocio tra Via Garibaldi e Via Tenete Angelo Cirillo;

– si sono registrati negli anni numerosi incidenti stradali, alcuni anche gravi;

– la presente petizione ha per oggetto la collocazione di segnaletica ulteriore per avvisare la presenza di un incrocio tra Via Garibaldi e Via T. A. Cirillo;

– l’obiettivo primario che si vuole perseguire attraverso la collocazione di tale segnaletica è di garantire l’incolumità e la sicurezza per quanti vivono, lavorano o transitano nei pressi di tale incrocio e quindi avvertire coloro che transitano su Via Garibaldi della presenza di tale STOP ed invitare coloro che transitano su via T.A. Cirillo di limitare la velocità nei pressi dell’incrocio;

– non esiste segnaletica alcuna su Via T. A. Cirillo che indichi la presenza dell’incrocio;

– la zona in questione fa parte del centro abitato, senonché sede di numerose attività commerciali e punto nevralgico di collegamento del Centro Storico di Boscoreale, pertanto frequentata assiduamente da veicoli e pedoni;

– è obbligo di qualsiasi istituzione pubblica preposta al governo dei cittadini assicurarne la tutela della salute e l’incolumità fisica, in quanto diritti costituzionalmente garantiti;

– non appare sufficiente per garantire la sicurezza e l’incolumità di chi vi transita/abita/lavora la presenza di un unico segnale di STOP su Via Garibaldi e la sola presenza di uno specchio quasi sempre vandalizzato o mal direzionato;

CHIEDONO AL COMUNE DI BOSCOREALE DI VOLER PROVVEDERE:

a) alla collocazione di segnaletica lungo via Tenente Angelo Cirillo che avverta la presenza di tale incrocio, invitando a limitare la velocità di transito;

b) a collocare un’adeguata segnaletica stradale sia verticale che orizzontale, anche luminosa, su Via Garibaldi per indicare la presenza dell’incrocio e del segnale di STOP.

Invitiamo tutti i cittadini a firmare presso i punti commerciali,dobbiamo raggiungere almeno 500 firme per presentarle al Comune,chiediamo la vostra collaborazione.

 

 

 

 

 

Boscoreale.Diplomatico “Sindaco,Incontro Urgente Con Il Prefetto,Alloggi Case Popolari Piano Napoli”

output_immagine

ALLOGGI PIANO NAPOLI, IL SINDACO CHIEDE INCONTRO AL PREFETTO

Il sindaco Antonio Diplomatico ha chiesto un incontro ufficiale con il Prefetto di Napoli sulla questione delle occupazioni abusive degli alloggi del Piano Napoli. L’intento è quello di individuare una soluzione a un problema che investe le famiglie indigenti.
“Ci troviamo di fronte a una situazione rispetto alla quale il comune può far ben poco – ha spiegato il sindaco -. Tutte le pratiche di sgombero sono gestite direttamente dalla Procura della Repubblica. Come amministrazione, tuttavia, non possiamo non rilevare l’aspetto sociale del fenomeno. Per questa ragione – ha annunciato – ho chiesto un incontro urgente con il Prefetto di Napoli al quale chiederemo, se possibile, un aiuto concreto per tutti gli indigenti che realmente rischiano di dormire per strada. Faremo tutto il possibile per stare al fianco delle famiglie in difficoltà – ha detto – ma non creiamo false speranze”.

Boscoreale.Al Via La Manutenzione Delle Aree Verdi All’Interno Di Tutti I Plessi Scolastici. Sopralluogo Al Plesso Marchesa.

 

39906039_2003522299712230_3924131375757656064_n

“In vista dell’imminente inizio del nuovo anno scolastico, sono iniziati stamattina, dal plesso Santa Maria Salome, gli interventi di manutenzione delle aree verdi all’interno di tutti i plessi scolastici del territorio”. Ad annunciarlo il sindaco Antonio Diplomatico che aggiunge “Abbiamo disposto alla ditta appaltatrice della manutenzione del verde pubblico un cronoprogramma di attività con l’obiettivo di rendere accoglienti tutte le scuole in concomitanza con l’avvio delle attività didattiche previste per il 12 settembre”.
Oltre a quello di Santa Maria Salome, i plessi scolastici interessati sono: Francesco Dati in via Papa Giovanni XXIII, via Cangemi, via De Falco, rione Gescal, Piano Napoli Settetermini, Piano Napoli Passanti, Pellegrini, Marchesa, Cangiani e Nicola De Prisco, la cui manutenzione sarà effettuata per ultimo visto che sono in fase di completamento i lavori di ripristino delle condizioni statiche dell’edificio scolastico.
“Intanto – aggiunge il sindaco Diplomatico – in mattinata presso il plesso scolastico di Marchesa abbiamo effettuato un sopralluogo già programmato con il capo settore edilizia scolastica per il problema delle perdite di acqua che stanno interessando la struttura. Sono già stati contattati esperti per conoscere quali soluzioni possano risolvere a monte il problema, e al contempo mi sono attivato per il reperimento dei fondi che necessitano”.

Boscoreale.Rubato L’Orlo Bordo Della Fontana Di Via Giovanni Della Rocca.

“Questa non diventerà mai una città svizzera”

Non lo vogliono proprio sapere,stanotte ignoti hanno rubato l’orlo del bordo della fontana comunale in via giovanni della rocca.E’ durata un’anno,dalla riqualificazione non ancora ultimata (causa del contenzioso in corso presentazione penale nei confronti del comune).L’opera di rifacimento l’intera area stradale (marciapiedi,punto parcheggio area ufficio postale,illuminazione,sistema raccolta e smaltimento delle acque meteoriche) ha avuto avvio l’apertura del cantiere il 14.10.2016 grazie i fondi regionali stanziati dall’amministrazione guidata dal governatore Vincendo De Luca,per la  un milione di euro. (Progetto)

Speriamo che l’amministrazione ancora immobile,non avendo assegnato le deleghe agli assessori,intervenga assieme uffici tecnici competenti per ripristinare il danno,denunciando nuovamente l’atto agli organi delle forze dell’ordine.Non è nuovo il fenomeno,sono d’anni che scompaiono,le griglie in ghisa tra i bordi dei marciapiedi del sistema fognario;ultimo da ricordare  è scomparso alla stazione della Circumvesuviana,quelle delle cabine l’energia elettrica,telecamere di videosorveglianza.

Luglio furono rubati i vecchi pc,non in dotazione al server l’ufficio dei tributi.La città è sempre più povera e invivibile,bisogna recuperare la dignità.

 

 

Foto

Video